IL QUADRO DI GIROLAMO GIOVENONE

 

 

Presso Torino , in deposito presso la Galleria Sabauda si pu˛ osservare una tela attribuita al pittore vercellese Girolamo Giovenone ( 1490 - 1555 ) dipimta attorno al 1533 per commissione  dei muratori di San Germano . La tela era probabilmente conservata nell'antica Chiesa del paese , allorchŔ le fu sostituita con u altra di minor pregio , quando in un periodo non precisato venne acquistata dai Principi di Casa Savoia .Nella tela sono quivi rappresentati , la Vergine che si porta in braccio il Divin Pargoletto , e i protettori dell'antica SocietÓ di operai che avevano commissionato il quadro , ossia , nella sinistra San Giulio , con la cazzuola in mano , e sulla sinistra San Giuseppe , che impugnava la squadra  , la quale insieme alla cazzuola , sono emblemi come sa ognuno , dell'arte del murare. In un lembo al disotto della tavola , ora nascosto dalla cornice , si legge mancante tuttavia di data , la seguente epigrafe : "Societas muratorum S.ti Germani ad honorem divi Julii hoc opus dedicaverunt". Il quadro fu  in passato attribuito al pittore Gaudenzio Ferrari, pittore anche lui Vercellese , tale errata attribuzione era stata data a causa del rinvenimento dello schizzo della tela sangermanese rinvenuto sul retro di una tela "Testa di ragazza"di origini gaudenziane presso il Gabinetto di disegni e stampe degli Uffizi ma poi debitamente attribuite a Giuseppe Giovenone , figlio di Gerolamo. Il passaggio di proprietÓ della tela avvenne prima del 1635 , in quanto in tale data la ritroviamo giÓ registrata presso il "guardarobba" del Palazzo Ducale di Torino , e poi nel 1682 presso "La piccola galleria", e dopo essere stata a lungo esposta nelle collezioni sabaude del Castello di Rivoli , Ŕ infine approdata alla Galleria Sabauda. Tra il 1994 e il 1997 la tela Ŕ stata sottoposta a restauro.